UNICOBAS Sc=ola & Università
Aderente alla Confederazione Italiana di Base
Sede=regionale via Pieroni 27 – 57123 LIVORNO – Tel. 0586 210116

COMUNICATO STAMPA 15/9/2020

DI FRONTE ALLE INADEMPIENZE DEL GOVERNO
CHE RIAPRE LE SCUOLE NON IN SICUREZZA
GIOVEDI’ 24 E VENERDI’ 25 SETTEMBRE SCIOPERO
E MANIFESTAZIONE A LIVORN= IN PIAZZA GRANDE

Ministero ed Uf=ici Scolastici con l’organico di diritto hanno validato ancora le &#=220;classi pollaio”, non calcolando neppure il tasso di rip=tenza. Il Ministero ha preso un’unica misura per
l’anno sco=astico 2020/2021: un solo metro fra le “rime buccali” (che con=ente persino 80 cm. di distanza fra i banchi): metro “statico”=(neppure “dinamico”).
Ciò produce in media ben ol=re 20 alunni per classe.
Ventiduemila assunzioni arriv=ranno SOLO per il prossimo anno, le altre latitano, come ancora i= 15% di un organico assolutamente sotto-stimato. Più della metà dei po=ti chiesti in più dai Presidi in sede di organico di fatto viene in ques=i giorni negato dal Ministero, persino nelle scuole Primarie.
M=nca almeno il 50% degli insegnanti di sostegno. In Belgio massimo=10 alunni con 4 metri quadrati a testa, per Germania e Regno Unito gruppi =i 15 e separazione di 2 metri (previsti anche in Spagna). Per non =ssumere, dispongono ridicole “distanze” per la scuola, se mess= a confronto con un semplice esercizio postale o commerciale.

DI FRONT= A QUESTO SFASCIO DELLA SCUOLA PUBBLICA L’UNICOBAS
CONFERMA GLI SCIOPERI E LE MANIFESTAZIONI DEL 24 E 25 SETTEMBRE
CHE CI SARANNO IN TUTTA ITALIA
A LIVORNO IL =4 E IL 25 MATTINA MANIFESTAZIONE-PRESIDIO IN PIAZZA
GRANDE (giovedì 24 h. 9-12,30 e 17=19,30 e venerdì 25 h. 9-12,30)
PER VENERDI’ MATT=NA ABBIAMO CHIESTO UN INCONTRO COL PREFETTO

PER I=LUSTRARE LE NUMEROSE PROBLEMATICHE
INERENTI ALLA RIAP=RTURA DELLE SCUOLE
GOVERNO BOCCIATO: LE NOSTRE PRINCIP=LI RIVENDICAZIONI:

-Ribadiamo ciò che =bbiamo chiesto con forza, in presenza, al Governo Conte nel corso=degli Stati Generali: massimo 15 alunni per classe ed assunzione di 240mil= insegnanti (il terzo necessario in più per ridurre il numero di alunni =er classe), molte più stabilizzazioni di quanto previsto, anche per il p=rsonale Ata e nella Scuola dell’Infanzia, escluso dai concorsi bandi=i.
-NO al precariato “usa e getta” (assunz=oni a singhiozzo con licenziamento previste dal Ministro Azzolina in caso =i nuovo lockdown).
-Le linee guida e le indicazioni del Cts son= confuse e contraddittorie, non garantiscono né sicurezza, né=buona didattica.
-Troppo pochi gli investimenti strutturali, senza un radicale cambiamento di orientamento delle ormai trentennal= scelte politiche di impoverimento e dequalificazione della scuola. La Scu=la deve venir posta al centro di un vero progetto di ripresa del Paese.
-Assunzione d= almeno 50mila collaboratori scolastici e 20mila fra personale di segreter=a e tecnici.

=


Categoria: ALBO SINDACALE